Aperto fino al 28 febbraio il Bando Ambiente

PAVIA. Resterà aperto fino al 28 febbraio il Bando Ambiente e Territorio (VI Bando del 2019) pubblicato dalla Fondazione Comunitaria della provincia di Pavia, in collaborazione con Pavia Acque, Gestore Unico del Servizio Idrico Integrato della Provincia di Pavia.

Si tratta di un Bando che intende promuovere interventi di prevenzione e riduzione dei rischi ambientali; favorire le azioni di prevenzione e contrasto del fenomeno dell’abbandono dei rifiuti; promuovere nei giovani, attraverso la scuola e presso la cittadinanza, comportamenti responsabili a livello di usi e consumi dell’acqua e, contemporaneamente, del suo valore come bene comune.

L’importo totale del Bando è pari a 104.100,00 euro.

Per il finanziamento di progetti di utilità sociale la Fondazione Comunitaria mette a disposizione 80.100,00 euro (grazie ai fondi territoriali di Fondazione Cariplo) e Pavia Acque mette a disposizione 24.000,00 euro.

«Con questo Bando la Fondazione Comunitaria intensifica il proprio impegno e la propria attenzione nei confronti del tema dell’ambiente e dell’ecologia. – dichiara il presidente della Fondazione Comunitaria, Giancarlo Vitali – Nel 2018 era uscito un primo nostro Bando sperimentale proprio nel settore ambiente con la collaborazione dell’Amministrazione provinciale di Pavia e del Comune di Inverno e Monteleone, che ringrazio perché con i loro contributi era stato possibile sostenere progetti capaci di coinvolgere il territorio e il mondo della scuola. In concomitanza il 1° dicembre dello scorso anno è stato costituito presso di noi il Fondo “Ambiente e Territorio” le cui rendite sono a disposizione per sostenere altri, nuovi progetti. Oggi, grazie a Pavia Acque, che ha condiviso le finalità del Bando 2019 e i nostri sforzi di sensibilizzazione sui temi ambientali, possiamo continuare a dare un fondamentale apporto per la costruzione di una comunità più consapevole verso il rispetto dell’ambiente, la valorizzazione delle risorse energetiche e il contrasto agli sprechi».

«Ci fa davvero piacere – commenta Luigi Pecora, presidente di Pavia Acque – far parte di questo progetto che corre su due binari ugualmente importanti: da una parte, la valorizzazione dell’ambiente e della natura e, dall’altra, la promozione e la tutela del territorio. In particolare, l’attenzione verso la formazione e l’educazione delle nuove generazioni reputiamo siano due capisaldi della costruzione di un orizzonte di sostenibilità che duri nel tempo. Crediamo veramente che il coinvolgimento dell’Ufficio scolastico provinciale sia un valore aggiunto del progetto. Non siamo nuovi alla partecipazione a iniziative che vanno nella direzione della sostenibilità complessiva delle nostre azioni».

Il costo complessivo di ogni singolo progetto che sarà sottoposto al vaglio del Consiglio di Amministrazione della Fondazione, di un rappresentante di Pavia Acque e di un rappresentante del mondo della scuola, nel settore “Tutela promozione valorizzazione della natura e dell’ambiente”, non potrà superare 20.000,00 euro ed essere inferiore a 5.000,00 euro.
Il contributo non potrà coprire più del 50% dei costi complessivi del progetto stesso. Il restante dell’importo del progetto dovrà essere finanziato con disponibilità già proprie dei singoli enti, oppure mediante il contributo di altri soggetti.
Le modalità di reperimento di tali risorse dovranno essere indicate nel piano finanziario.
I progetti dovranno essere realizzati, salvo la possibilità di proroga motivata, entro il 31 dicembre 2020.
Per i progetti presentati in partenariato il costo totale del progetto non potrà superare 40.000,00 euro e il contributo erogato dalla Fondazione non potrà superare il 60% del costo complessivo fino ad un massimo di 24.000,00 euro.
In caso di progetti realizzati da reti di organizzazioni, l’individuazione del capofila e del soggetto/i che intendono partecipare alla partnership deve essere esplicitata nel progetto e formalizzata attraverso scrittura privata sottoscritta dai legali rappresentanti degli enti partner. Tutti gli enti partner dovranno avere le caratteristiche di ammissibilità previste dal Bando.

I progetti dovranno essere presentati alla Segreteria della Fondazione non oltre il 28 febbraio 2020.

Per ottenere il contributo dalla Fondazione, gli enti dovranno coinvolgere la comunità suscitando donazioni a favore della propria iniziativa pari al 10% del contributo stanziato dalla Fondazione. Le donazioni, effettuate da tutti coloro che dimostreranno concretamente di credere nei progetti finanziati, saranno destinate a incrementare il patrimonio del “Fondo Ambiente e Territorio” costituito presso la stessa Fondazione con l’obiettivo di finanziare progetti nel campo della “tutela promozione valorizzazione della natura e dell’ambiente”.

PER SCARICARE IL REGOLAMENTO E LA MODULISTICA CLICCATE QUI