Venite a conoscere un grande progetto che aiuta le famiglie: giovedì 22 novembre in Fondazione

Pavia. Giovedì 22 novembre 2018, alle ore 11.00, presso la nostra sede in via Perelli 11 a Pavia, si terrà la conferenza stampa (aperta anche al pubblico) per conoscere da vicino il Progetto provinciale “Dacci oggi il nostro pane quotidiano”.

Si tratta di una iniziativa realizzata dal Comune di Sartirana Lomellina quale capofila di una convenzione tra i Comuni di Villanterio (nel Pavese) e Montù Beccaria (in Oltrepò) per la fornitura mensile di generi alimentari a famiglie disagiate del territorio della provincia di Pavia.

Saranno presenti: Giancarlo Vitali (presidente della Fondazione), Ernesto Prevedoni Gorone (sindaco di Sartirana), Silvio Corbellini (sindaco di Villanterio), Amedeo Quaroni (sindaco di Montù Beccaria), Ernesto Belcredi (Associazione “Mons Acutus”) e Piera Brusoni (responsabile provinciale Anteas).

Il progetto è stato elaborato nell’anno 2014 dal Comune di Sartirana – in stretta collaborazione con i Comuni lomellini di Breme, Candia Lomellina, Cozzo, Semiana, Valle Lomellina, Torreberetti e Castellaro, Frascarolo, Suardi e Pieve del Cairo – e co-finanziato dalla Fondazione Comunitaria della provincia di Pavia grazie ai Fondi Territoriali messi a disposizione da Fondazione Cariplo, rivelandosi una vera e propria case-history.

In questi tempi di crisi i dieci Comuni hanno fatto rete e si sono impegnati per realizzare una politica sostenibile che aiutasse quella fascia di popolazione che scivola lentamente verso la povertà; hanno intercettato i nuovi bisogni della cittadinanza e non sono rimasti indifferenti, anche grazie alla fattiva collaborazione del Gruppo Anteas.
Forti dell’esperienza acquisita, si è ritenuto di estendere il Progetto a tutto il territorio della Provincia di Pavia con la stipula di un Protocollo di intesa fra i Comuni di Montù Beccaria (Oltrepò) e Villanterio (Pavese), elaborando un nuovo Progetto (il Protocollo è stato firmato l’11 aprile 2018 e ha due anni di validità) avente respiro provinciale mediante il quale il numero delle famiglie da assistere mensilmente è salito a 250 e circa 1000 sono le persone coinvolte. L’importo complessivo del progetto è di 40.000 euro. Il contributo erogato dalla Fondazione Comunitaria sul I Bando 2018 è stato di 24.000 euro.